Spirito civico e protesta popolare

Fila al Museo della Magna Grecia

Spirito civico e protesta popolare

di Anthony Cormaci (09.04.2008)

Da Reggio Calabria una notizia positiva: la cittadinanza e l’Amministrazione Civica sono “scesi” in piazza (all’unisono!) a difesa delle preziose opere custodite nel Museo Nazionale della Magna Grecia di Reggio Calabria. Il Ministro Rutelli, senza consultare l’Amministrazione Civica Reggina,  aveva disposto l’invio a Mantova di tre preziosi reperti: la testa di Basilea, la testa di Medma ed il Kouros.
Lo scambio di opere tra Musei ed Istituti d’Arte è possibile e, talvolta, è necessario perché arricchisce e veicola la cultura delle tradizioni e delle genti, ma non si possono accettare diktat partitici ed elettorali.
Reggio è “insorta”, in una amalgama compatta di colori e  di tendenze, perché doveva essere consultata e rispettata.
Ogni Museo ha delle opere che sono intoccabili ed altre che possono essere oggetto di scambio. Il Sindaco Scopelliti ha saputo ben interpretare il suo ruolo e la stessa volontà popolare raggiungendo con il Sindaco di Mantova (la “collega” Fiorenza Brioni) una buona reciprocità. A fronte delle opere di Reggio, Mantova invierà la collezione Egizia Acerbi (3 pezzi rari ). L’intervento del Prefetto di RC dr. Musolino garantirà il rientro delle opere nelle rispettive sedi al termine del periodo espositivo.
Quando il dialogo tra le istituzioni paga!